fbpx
l'allenamento virtuale di Real VT

A lezione con l’allenatore virtuale

Andare in palestra per seguire un corso di gruppo tenuto da un allenatore virtuale: non è fantascienza, ma una soluzione già adottata in oltre 90 sale corsi in Italia. Analizziamo questa nuova modalità di training e le sue ricadute sul profitto delle palestre

 

Real Virtual Trainer Experience è un nuovo modo di pensare l’allenamento in palestra, che consiste nella videoproiezione a parete di una lezione di fitness completamente virtuale tenuta da coach qualificati. I video in alta definizione sono curati e ottimizzati per garantire una resa adeguata anche negli ambienti parzialmente illuminati, e sono accompagnati da musiche e immagini coinvolgenti. Il sistema è prodotto dall’azienda Rokepo, specializzata nella progettazione e realizzazione di impianti tecnologici avanzati per la gestione di audio, video e luci.

Nell’intervista che segue, abbiamo chiesto a Roberto Valentino, Project Manager RealVT, di spiegarci meglio le caratteristiche innovative di questo sistema, prendendo in esame costi, benefici e possibili impieghi

 

[Intervista a Roberto Valentino, Project Manager RealVT ]

Quali palestre possono ospitare le lezioni virtuali da voi offerte? Quale strumentazione o ambiente è necessario?

Qualunque tipo di palestra è idonea a inserire i corsi virtuali, è sufficiente inserire un sistema di videoproiezione in HD adatto alla luminosità della sala e possibilmente una parete bianca larga almeno
4 metri e alta 3 sulla quale proiettare il trainer; una coppia di casse acustiche amplificate di buona qualità completano l’installazione.

Perché un gestore di palestra dovrebbe scegliere questo tipo di servizio? Qual è il valore aggiunto per i suoi clienti?

I motivi sono tanti, si parte dal riempimento del palinsesto corsi nelle fasce libere delle sale, fino ad arrivare a un cambiamento importante delle attività corsistiche che comprende l’utilizzo di “assistenti di sala corsi” durante le videoproiezioni, per un servizio “one to one” più mirato verso il cliente, rispetto alla situazione tipica del corso musicale dove i trainer hanno difficoltà a controllare singolarmente i partecipanti.

Non si rischia di far passare l’idea che la presenza dal vivo del trainer non conti?

In realtà si tratta solo di un cambiamento di modalità che consente di investire di più su figure fisse della palestra e meno su figure occasionali o esterne, con il risultato di fidelizzare la clientela al centro fitness e non ai singoli istruttori. Questo passaggio va visto con gradualità e con la formazione delle nuove figure di “assistente di sala corsi”.

Ovviamente questo approccio oltre a fornire il vantaggio di offrire lezioni ad ogni ora di apertura del centro e di ogni categoria disponibile, consente anche una ottimizzazione dei costi di gestione, visto che l’assistente sala corsi può interagire con più situazioni contemporaneamente, accedendo alle sale solo saltuariamente e se ne vede la necessità.

Real Virtual Trainer

Che tipo di corsi virtuali proponete? E come sono organizzati?

I corsi virtuali sono strutturati con 5’ di attesa dove il trainer nel filmato attende da un lato che i partecipanti prendano posto e sullo sfondo si possono vedere le attrezzature utili al corso che sta per iniziare e una descrizione sommaria dello stesso.
Dopo questa attesa ci sono lezioni “standard” che hanno una durata di 45’ o lezioni di durate minori come “addominali” che è un corso su 4 livelli della durata di 20’ ciascuna o le nuove lezioni “combo” caratterizzate da mini-video di 15’ o 20’ che possono essere abbinate tra loro o utilizzate singolarmente e che oggi appartengono alle categorie di funzionale, TSE (training suspension exercise) o Circuit Training.
Tutte le lezioni sono adatte a essere svolte con la modalità virtuale, diciamo che in alcune è più determinante l’aiuto di un assistente rispetto ad altre più semplici come le nuove attività di risveglio muscolare o di ginnastica dolce. Lezioni che si svolgono in autonomia senza problemi sono anche quelle di cycling indoor o di walking. Per tutte le altre consigliamo sempre l’assistenza del personale della palestra.

Quali sono i costi per il gestore?

– L’allestimento della sala va valutato in base alle caratteristiche architettoniche dell’ambiente e alla luminosità e può oscillare tra i 3.500 e i 6.000 euro tra audio e video.
– L’abbonamento è attualmente proposto a 249 euro+iva/mese e comprende l’accesso a tutto l’archivio esistente (circa 120 lezioni ad oggi) e l’aggiornamento di una nuova lezione settimanale che viene trasferita via internet sul Mediaplayer che è concesso in comodato d’uso. È prevista una quota di attivazione di 500 euro+iva per il montaggio del mediaplayer, la configurazione dei sistemi e la formazione sul software di programmazione.
– RealVT è un sistema completamente automatico che una volta compilato il palinsesto invia anche i comandi accensione e spegnimento al videoproiettore, in modo da liberare la gestione da qualsiasi compito di carattere tecnico.

Come consigliate di “usare” RealVT all’interno di una programmazione di una palestra? Quante lezioni virtuali e quante lezioni dal vivo è meglio prevedere?

Ogni palestra ha il polso sulla propria utenza ed è bene che queste considerazioni vadano fatte di volta in volta, certo è che se inizialmente si procede aggiungendo nuove attività senza togliere nulla di esistente, si comincerà ad abituare la clientela al nuovo servizio per poi andare gradualmente ad ottimizzare il palinsesto, creando il miglior equilibrio possibile per raggiungere l’obbiettivo stabilito che può essere la totale assenza di istruttori esterni o una moderata alternanza, sempre lavorando in affiancamento con gli assistenti di sala corsi.

A oggi quante palestre in Italia hanno adottato questa soluzione?

Le sale che quotidianamente utilizzano RealVT in Italia ad oggi sono oltre 90, con un abbandono fisiologico di circa il 3% su base annua, dopo appena due anni di attività.
Per noi rappresenta un enorme successo visto che si tratta della più grande innovazione del mondo del fitness negli ultimi 20 anni!

www.realvt.it

Facebook Comments

In this article