Scarica gratuitamente il numero 84

Scarica la rivista
Gestione

Corsi Yoga nella tua palestra mente e corpo in perfetta forma per i tuoi clienti

In questi ultimi anni, il settore olistico si sta espandendo sempre di più nel mercato del benessere. Ecco allora, le soluzioni di business, e le possibili dinamiche di sviluppo, all’interno dei fitness club.

Per creare un business funzionale di attività olistiche all’interno di una palestra, dobbiamo focalizzarci sul cliente di un centro fitness che cerca, in prima battuta, il benessere del corpo, il bilanciamento e l’alleggerimento delle tensioni muscolari perché consapevole, almeno in parte, dei “carichi” che sostiene durante il giorno (lavorativi, familiari, personali).

L’utente del centro fitness si avvicina con poca conoscenza di base a un’attività chiamata yoga

per il semplice fatto che, nell’immaginario comune, yoga è acronimo di meditazione e rappresenta un percorso più spirituale che fisico. Avvicinare dunque a una disciplina millenaria come lo yoga è più facile se fatto attraverso descrizioni più vicine al linguaggio fitness, così da permettere alle persone di entrare in un mondo a molti ancora sconosciuto, popolato da convinzioni errate. Si dovrà creare un mondo alternativo e parallelo alle attività di fitness più tradizionale.

Nuova professionalità

Essendo l’area olistica un concetto di nuova generazione, è innanzi tutto necessario creare un sistema interno di comunicazione per incentivare gli utenti alla necessità di migliorare la postura, di alleggerire le tensioni muscolari, di riequilibrare la struttura corporea, di creare un corretto bilanciamento tra forza, mobilità e flessibilità con lo scopo di migliorare la prestazione, la qualità della vita e il raggiungimento di un più corretto e consapevole rapporto con il proprio corpo.

È importante che l’area dove si svolgeranno i corsi non sia visivamente “orientalizzata”, ma accolga il cliente in uno spazio neutro, leggero, rilassante.

I trainers di fitness che stanno volgendo lo sguardo allo yoga devono avere competenze ampie e rivedere i propri schemi di apprendimento, saper creare un dialogo creativo e aperto tra le attività di training, essere capaci di fluire con semplicità dalle asana dello yoga alle dinamiche della tecnica Pilates, dai principi dell’allenamento funzionale alle tecniche posturali.

Il segreto è trovare una modalità equilibrata di insegnamento tra le nozioni acquisite delle tecniche di fitness e il profondo significato di una antica disciplina che non ha il solo scopo di allenare il corpo.

Nuove attività

Ora che abbiamo visto quali sono gli aspetti importanti per la realizzazione e l’organizzazione di un’area olistica, vorrei portare l’attenzione su quelle dinamiche che consentono al centro di creare un concreto business attraverso la promozione di nuove aree di training. Partiamo innanzi tutto dall’importanza sostanziale della comunicazione per promuovere un nuovo servizio o una nuova area. Indirizzare e orientare l’utenza è, a mio avviso, il metodo più sicuro ed efficace per conquistare e fidelizzare il cliente.

Accompagnarlo verso i percorsi di fitness più adatti alle personali esigenze, ascoltarlo, dandogli una chiara attenzione ai suoi bisogni.
È da questo percorso che in seguito riusciremo ad accompagnare il cliente verso eventuali e profittevoli operazioni di cross selling (percorsi di personal training o di small group).

La cura del cliente

È di fondamentale importanza, in questo processo, sia presente la figura del responsabile tecnico, che non solo si occupa di selezionare il personale, organizzare le sale corsi e programmare/coordinare le attività, ma che ricopre il prezioso ruolo di assistenza al cliente, la figura di riferimento per l’utenza che, spesso allo sbando, trova in questa figura un punto fermo per comprendere un percorso di fitness più sapiente e funzionale. Abbiamo oramai compreso sulla nostra pelle che il ciclo di vita di un cliente di un centro fitness si aggira generalmente tra i 4/6 mesi e questo perché, spesso, non viene monitorato il suo percorso all’interno del centro, abbandonato a una dinamica statica, ripetitiva, noiosa che, inevitabilmente, non darà buoni frutti in termini di risultati.

Diventa dunque necessario valutare come il mercato del fitness stia evolvendo, come le figure al suo interno debbano riconsiderare i cambiamenti, le esigenze, le priorità.

Nuove prospettive

Per questo lo yoga sta entrando a pieno regime nei centri di fitness perché le persone si avvicinano al benessere con maggiore consapevolezza, ed è attraverso questa consapevolezza che scelgono il proprio percorso. È con maggiore consapevolezza che i titolari di centri fitness guardano ai numeri, coscienti del fatto che investire in nuove figure e nuove soluzioni sia la strada giusta per determinare il proprio successo in questo complesso mercato.

La parola d’ordine per questa nuova era del fitness?

Cura del cliente. Una figura tecnica, esperta, poliedrica, per permettere alle persone di vivere un’esperienza di fitness che diventa parte fondamentale nel processo di acquisto.

Manuela Zingone
Atleta e campionessa di fitness e body building, Health Coaching, Master Trainer e Presenter, Presidente della ASD HUMANZONE.

info@humanzone.it

Iscriviti alla newsletter