E-SPORT –  NUOVA OPPORTUNITA’ DI BUSINESS PER I CENTRI FITNESS

E-SPORT – NUOVA OPPORTUNITA’ DI BUSINESS PER I CENTRI FITNESS

SCARICA SUBITO LO SPECIALE – PALESTRA 4.0

Fitness e videogiochi: matrimonio possibile. Ecco alcune idee per implementare l’offerta e i servizi del proprio centro con gli sport elettronici.

Gli e-Sport (electronic-sports), sono conosciuti in Italia come sport elettronici o giochi elettronici competitivi. Si espletano in piattaforme di gioco virtuali create mediante l’uso di sistemi elettronici o informatici e fondate in ogni loro fase sull’interazione uomo-computer. L’elemento competitivo sta alla base della stessa definizione di e-Sport: la sfida può avvenire tra un giocatore e un software o tra semplici giocatori, disposti in singolo o schierati in squadre alla conquista di un obiettivo comune.


Ad oggi esistono molte tipologie di videogiochi riuniti sotto apposite macrocategorie che semplificano e danno ordine a un panorama variegato e complesso.
Il recente rapporto condotto da AESVI in collaborazione con Nielsen segnala una base di fan italiana di 260mila giocatori che quotidianamente si collegano, giocano o si interessano a eventi inerenti all’universo e-Sport. Di questi, ben novantamila dichiarano che sarebbero interessati a partecipare ad attività e-sportive dal vivo e “on set”, reclamando e invocando l’assenza di luoghi hi-tec in cui risulti possibile video-giocare o interagire “al top” della connessione. Ecco che questo indicatore, sommato a quello della crescita dello sviluppo di eventi dal vivo, diventano gli elementi che più di altri denotano le potenzialità di sviluppo e per i quali può diventare determinante il contributo di un qualsiasi centro sportivo polivalente – perché no, un centro fitness o palestra – che partendo dal suo status di luogo convenzionalmente adibito alla pratica sportiva tradizionale, crea dei presupposti per un connubio reale tra le due dimensioni di sport ed e-Sport attraverso espedienti di entertainment e contenuti, competizioni ed altri eventi rivolti al dialogo tra i due “universi” nell’ottica di uniformarli o quanto meno avvicinarli in parallelo.

Un esempio di sala LAN in un centro fitness
Duet Fit Club Barcellona – giugno 2018

Nel caso tale obiettivo risulti “fantascientifico” o per lo meno eccessivo e pretenzioso ai più, basti pensare che in Spagna, nazione comunemente associata all’Italia per ragioni di affinità culturale, sociale ed economica, e specialmente a Barcellona, il Duel Fit – uno dei fit club più esclusivi ed in voga nel capoluogo catalano – ha avviato un progetto pilota sponsorizzato da LG per la durata complessiva di un semestre, in cui gli utenti stessi della palestra possono accedere ad una gaming room hi-tec (camera da gioco hi-tech) e interamente cablata e connessa con le principali piattaforme gaming del mondo, in cui possono liberamente accedere secondo regolamentazioni e linee guida che sono di totale discrezionalità del centro. A usufruirne sono sia gli utenti abituali che vogliono semplicemente concedersi mezz’oretta di svago tra una serie di panca e una alla cyclette o una volta scesi dallo step, sia quelli appartenenti alla fascia della nuova utenza che non era mai entrata in una palestra fino a che nel quartiere e in cittàa non si era sparsa la voce di una sala magicamente attrezzata con computer, schermi, joystick e sedie ergonomiche, e dei personal trainer a completa disposizione per ideare programmi di allenamento specifici studiati per aumentare le performance alla consolle. Non è forse il caso di dire che valga la pena tentare anche da noi?

Carlo Alessandri

carlo.alessandri@cmaesport.com

Facebook Comments
In this article