I fitness studio facili e vantaggiosi - La Palestra

Scarica gratis il numero 86

Gestione

I fitness studio facili e vantaggiosi

Il mondo delle palestre è in continuo cambiamento e l’immagine delle vecchie sale pesi ricavate in qualche vecchio seminterrato umido sta inesorabilmente scomparendo. C’è ancora posto per le “palestre di quartiere”?

Da diversi anni negli Stati Uniti (sempre precursori in tema di innovazione) e da qualche tempo anche in Europa e da noi in Italia, è nato un nuovo modo di gestire le palestre (e gli affari): i Fitness Studio. Si tratta di spazi molto ridotti rispetto alle palestre tradizionali, in controtendenza se consideriamo le mega sale.
Sono sufficienti anche solo 50 – 60 mq ben organizzati per poter proporre corsi di personal training “one to one” o in “small group” di 2, 3 o 5 persone al massimo. Non è sempre necessario munirsi di macchinari isotonici, ma basterà attrezzarsi con pesi liberi, multi power o cage, kettelbell e altri ausili in base alle attività che decideremo di proporre. Ad esempio il Crossfit è di gran moda (ed è anche molto efficace) ed è poca l’attrezzatura richiesta (sfogliando la nostra rivista, ci si può fare un’idea molto chiara di cosa occorre e a quali rivenditori rivolgersi). Perché quindi non specializzarsi in un settore e proporlo in maniera esclusiva? Si possono anche proporre corsi speciali di yoga, stretching, corsi per senior, premaman o di ginnastica posturale (anche in questo caso con un piccolo investimento in materiale sportivo) e intercettare così quella (grossa) fetta di utenza che non trova soddisfazione presso i grandi centri sportivi “generalisti”.

Idee chiare

Il Business Plan: chi decidesse di scommettere nel campo del fitness troverà senz’altro soddisfazione affiliandosi con la formula del franchising a reti già sviluppate; si tratta di una possibilità seria con ottime possibilità di riuscita vista la consolidata esperienza ed i servizi offerti da professionisti qualificati. Per chi però, decidesse di intraprendere una strada alternativa ecco pronta la soluzione Fitness Studio: una micro palestra altamente specializzata in cui si viene accolti e seguiti dall’istruttore con il quale si instaura ben presto un rapporto di empatia che garantirà sicura fidelizzazione e raggiungimento degli obiettivi. Ecco perché è necessario procedere con la stesura di un business plan dettagliato e valutare se la nostra idea imprenditoriale può spiccare il volo. Questa è la fase in cui può essere d’aiuto un bravo dottore commercialista che abbia già tra i suoi assistiti delle società sportive. L’inquadramento civilistico e fiscale presenta, infatti, delle peculiarità specifiche. Molto utile può essere inoltre farsi affiancare da un progettista ingegnere o geometra che possa consigliarvi e mettere su carta il vostro progetto di palestra “perfetta”informandovi anche sull’iter autorizzativo comunale o urbanistico (spesso diverso da Comune a Comune).

Essere visionari

La parte più stimolante sarà la ricerca del locale che, in base alle possibilità, può essere acquistato o preso in locazione. Sarà la prima volta che “vedrete” la vostra nuova palestra prendere vita.
A questo punto non ci resta che richiedere uno o più preventivi per l’attrezzatura e il gioco è fatto. L’idea sarà vincente se vi sarete preparati bene il terreno in questo frangente. Quindi abbiate coraggio. Parlo proprio ai gestori di quelle palestre in difficoltà, ma anche a chi, in possesso dei titoli di studio necessari, ambisce a mettersi in proprio e a vivere di sport. La forma societaria: potete scegliere se impostare il Fitness Studio come A.s.d. (associazione sportiva dilettantistica) nelle sue varie forme, per godere di notevoli vantaggi fiscali o decidere di fondare un vera e propria società commerciale come S.n.c. o S.r.l. che garantisce maggiore dinamicità nel gestire l’investimento e gli utili che ne deriveranno. In questa forma di business la gestione è essenziale e bisognerà pianificare quanto più possibile, senza lasciare nulla al caso o all’improvvisazione, riducendo le spese iniziali al massimo, ma nel contempo garantendo uno standard alto, al passo con i tempi, non lesinando con attrezzature nuove e di qualità anche se in numero ridotto. Sarebbe, infatti, un grosso errore strategico cercare di fare concorrenza agli altri competitor abbassando i prezzi o sfidandoli sullo stesso terreno, il segreto per avere successo è differenziarsi e specializzarsi.

La professionalità del Personal Trainer

Un’attenzione particolare meritano gli istruttori, da selezionare accuratamente, preparati ed esperti in grado di trasmettere il nostro messaggio e di “vendere” un prodotto che per molti versi è nuovo sulla piazza. Talvolta le novità possono spiazzare il mercato e siamo abituati da sempre a pensare alla palestra in maniera tradizionale, ma il coraggio di cambiare e di diventare pionieri ripagherà tutti gli sforzi. La figura del trainer sarà anche in questo caso essenziale e dovrà essere in grado di far capire al potenziale iscritto che si sta acquistando un servizio di qualità tale da giustificare un prezzo più alto della media. Un cliente soddisfatto ve ne porterà altri due e sarà ben lieto di pagare di più (decisamente di più) per ottenere un servizio professionale fatto su misura per lui. Musica per le orecchie degli imprenditori sportivi.

Io l’ho fatto

In conclusione permettetemi una considerazione autobiografica, quest’anno festeggio i 20 anni di carriera e il mio piccolo Fit Studio, inaugurato nel 2013, ha avuto un successo tale che si è creata una lunga lista d’attesa. Lavoro e impegno quotidiano sono stati ampiamente ricompensati tanto che sto lavorando all’apertura di un secondo Fit Studio 2.

Spero con questo articolo di essere stato di ispirazione a quanti, come me, sono appassionati di sport e hanno reso la loro passione un’ottima fonte di reddito.

Daniele Roncoli
Titolare dell’ASD Fit Studio
Iscritto all’Albo Nazionale Tecnici

info@fitstudio.it

Iscriviti alla newsletter