Il Corporate Design di una palestra

Il Corporate Design di una palestra

Proviamo a capire perché sviluppare il Corporate Design, ovvero la comunicazione visiva della palestra e il suo posizionamento, è importante.  E perché, in fase di rinnovamento del proprio centro, non può mancare un adeguato ritocco all’immagine.

Come, scusi? Corporate Design cosa?

Corporate Design. Sviluppo della Comunicazione visiva dell’azienda.

Cos’è, una pubblicità o cose simili?

In pratica sì, ma la pubblicità è solo un aspetto. Si tratta di posizionamento aziendale.

Perché ho bisogno di un Corporate Design?

Così che la gente sappia cosa rappresenta la sua azienda. Per lo stesso motivo si può dire del cappello di un cuoco o di un camion rosso dei pompieri in un incendio. La pubblicità dovrebbe far sì che la gente venga da lei e non dal concorrente della porta accanto…

E quanto mi costa?

Un’immagine coordinata e uniforme costa tanto quanto una non uniforme. Solo che porta clienti!

Ahah…

In questo breve articolo spiegheremo l’importanza di avere un buon Corporate Design. Si tratta niente di meno che della rappresentazione visiva del centro, all’interno e all’esterno. Poiché la percezione visiva è particolarmente sviluppata negli esseri umani, le immagini possono creare un “incantesimo” sull’interlocutore, più forte di testi e parole, e rimanere più impresse nella sua memoria. Ma non solo le immagini appartengono al Corporate Design, ma anche tutti i materiali pubblicitari e gli strumenti di comunicazione. L’idea di base del Corporate Design è quella di rendere la filosofia e il posizionamento di un centro identificabile e riconoscibile.

Perché il Corporate Design è così importante nella pratica?

Pensate a quanta pubblicità trovate ogni giorno nella casella di posta elettronica, da quanti spot pubblicitari veniamo influenzati (consciamente o inconsciamente) durante una serata alla TV e quanto spesso siamo a contatto con pubblicità di ogni genere quotidianamente… ora provate a ricordarne una in particolare. Cosa vi è venuto in mente? Come avete riconosciuto che si tratta di un’azienda o di un prodotto particolare? In quanto tempo avete riconosciuto da quale azienda è prodotta quella pubblicità? Il mercato è sostanzialmente simile: numerosi prodotti o servizi si battono contemporaneamente per colpire il cliente, promettono di essere qualcosa di molto speciale e di soddisfare al meglio le sue esigenze. Qualcuno è più credibile, altri meno.

Al fine di affermarsi e di rimanere nella memoria del cliente è necessario un look coerente.

È qui che entra in gioco il Corporate Design, che serve a:

Visualizzare

Comunicare i valori e la filosofia aziendale ai clienti (attuali o potenziali: ad esempio, un requisito di qualità particolarmente elevato o di un ottimo rapporto qualità-prezzo).

Comunicare posizionamento e ifferenziazione nel mercato

L’aspetto visivo è la misura con cui la vostra azienda può distinguersi più chiaramente dagli altri in pubblico. L’autopompa antincendio si distingue chiaramente dagli altri veicoli.

Promuovere la fiducia o sostenere la credibilità

Un design conforme e coerente delle attività pubblicitarie consente una continuità nell’aspetto interno ed esterno. Questo aumenta la fiducia e la credibilità aziendale.

Creare maggiore consapevolezza e riconoscibilità

L’uso costante di elementi di design (come loghi, colori aziendali, font, ecc.) aumenta la consapevolezza e la riconoscibilità. Se le vostre azioni pubblicitarie sono coordinate e coerenti, la loro efficacia viene automaticamente incrementata. In pratica, questo si traduce in maggior effetto con meno costi di realizzo.

Identificazione dell’azienda e soddisfazione del personale

Infine, ma non meno importante, i vostri dipendenti saranno più motivati: un buon design può anche renderli orgogliosi e soddisfatti di lavorare proprio nella vostra azienda. Questo aspetto produce migliori risultati nel lavoro.

Quali criteri deve soddisfare un Corporate Design?

  • Incrementare l’attenzione agli strumenti pubblicitari;
  • Sostenere la concretezza e la specificità dei servizi;
  • Sviluppare o rafforzare la riconoscibilità verso i clienti;
  • Trasmettere modernità – mai essere “antiquati”
  • Condizionare emotivamente i clienti per legarli maggiormente a voi.

Array

Quali sono gli elementi del Corporate design?

Le caratteristiche più importanti sono il vostro logo, i colori dell’azienda (chiamati anche colori della casa), l’uso uniforme dei caratteri tipografici e una griglia di design coerente (la struttura visiva e di contenuto della vostra pubblicità). Il logo ha un ruolo estremamente importante: attirare l’attenzione, avere un effetto segnaletico, comunicare all’interlocutore il più possibile sul contenuto della vostra azienda e rendere riconoscibile.

Tutto questo insieme dà alla vostra pubblicità un tocco inconfondibile, assicura che la vostra azienda entri nella mente dei clienti, rimanga lì e nel migliore dei casi porti ad acquistare il vostro servizio.

Come può un buon Corporate Design aiutare la vostra azienda?

Supponiamo che siate proprietari di un premium-club. Cosa distingue il vostro centro? Cosa potete offrire al cliente di veramente “speciale”? Qual è il servizio che il cliente ricorderà per sempre? Forse il pavimento della sala corsi, oppure il bancone del bar in acciaio inossidabile spazzolato o ancora la morbidezza della vostra carta igienica nei bagni? Non credo proprio….

La promessa

Il primo step per entrare in contatto con i vostri potenziali clienti è la pubblicità. Sicuramente avrete un bel pavimento in vera ardesia, i trainer altamente qualificati (i più competenti del vostro bacino d’utenza), un’area benessere unica nel suo genere, personale di assistenza perfettamente formato a soddisfare qualsiasi desiderio dei clienti. Per non parlare dell’attrezzatura di alta gamma che rende l’allenamento un puro piacere. Tutto questo però, il vostro potenziale cliente potrà vederlo ed apprezzarlo solo dopo che avrà aperto e varcato la porta del centro. Solo allora potrà farsi un’idea del valore e della qualità della vostra struttura.

Nella realtà

Ma come fargli capire che il vostro club è speciale e non come tutti gli altri? Come può un volantino autoprodotto, che si trova al supermercato in fondo alla cassa, convincere il cliente che i vostri servizi valgono il doppio del prezzo del concorrente? Come può un buono, stampato in un formato standard anonimo da una casella di posta elettronica, valorizzare il centro se oltretutto le immagini inserite sono state scattate rapidamente da una fotocamera di un cellulare?

Coerenza e qualità

In questo caso la qualità della struttura e delle attrezzature sono incongruenti alla qualità degli strumenti di comunicazione esterna. Così come un bel paio di scarpe da 350 euro vengono consegnate in una pregiata scatola, altrettanto la vostra pubblicità dovrebbe essere coerente al valore del vostro centro.

Ci sono molte possibilità per differenziarsi, ad esempio usare un formato insolito e materiali di migliore qualità farà si che la vostra brochure non finisca nel cestino insieme ai volantini dei negozi di mobili e probabilmente sarà anche in grado di superare la “soglia di inibizione” del lettore.

Pensate al logo… è quadrato? Allora perché non fate quadrati anche i volantini, la carta da lettera, i buoni o i biglietti da visita? Pensate alla brochure con copertina lucida con i testi laminati argentati e con carta più pesante oppure a tessere di ingresso in materiali morbidi come gli asciugamani forniti gratuitamente nella vostra affascinante area benessere.

Conclusione

La percezione del consumatore deve essere considerata nel suo insieme. Molti dettagli giocano un ruolo importante: la professionalità del logo, le fotografie del centro da parte del fotografo o il design professionale del materiale pubblicitario. C’è un confronto permanente tra pubblicità (promesse) e realtà (stato attuale nel vostro centro) e viceversa.

Sfruttate il primo contatto con il potenziale cliente per comunicargli ciò che rende la vostra azienda così speciale.

Alessandro Aru

Facebook Comments
In this article