Glicogeno: cosa è, a cosa serve e come gestirlo nella dieta - La Palestra

Scarica gratis il numero 112

Fitness

Glicogeno: cosa è, a cosa serve e come gestirlo nella dieta

Il glicogeno, spesso meno noto rispetto al suo “cugino” il glucosio, svolge un ruolo cruciale nel nostro metabolismo energetico. In questo articolo, esploreremo cos’è, a cosa serve, la differenza tra glucosio e glicogeno, dove si trova in maggior quantità nel nostro corpo, e le indicazioni su quando è opportuno integrare o favorire la sua assunzione.

Glicogeno: cosa è, a cosa serve e come gestirlo nella dieta

Cos’è il Glicogeno

Il glicogeno è una forma complessa di carboidrati, essenzialmente una molecola di riserva energetica per l’organismo, costituita da lunghe catene di glucosio. È il principale polisaccaride di immagazzinamento negli animali e negli esseri umani, analogo all’amido presente nelle piante. È sintetizzato e conservato principalmente nel fegato e nei muscoli scheletrici. La sua funzione primaria è quella di immagazzinare l’energia in forma facilmente accessibile, pronta per essere utilizzata durante le necessità metaboliche acute, come durante l’esercizio fisico o in risposta a un digiuno prolungato.

A Cosa Serve

Il glicogeno svolge diverse funzioni chiave nel nostro corpo:

  1. Riserva Energetica: Agisce come una banca di energia, dove il glucosio è depositato e può essere rapidamente mobilitato per soddisfare le esigenze energetiche immediate.
  2. Regolazione della Glicemia: Aiuta a mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue, rilasciando glucosio quando i livelli di glicemia diminuiscono tra i pasti o durante l’esercizio.
  3. Supporto all’Attività Fisica: Durante l’esercizio fisico intenso e prolungato, il glicogeno muscolare viene degradato per fornire energia immediata ai muscoli in azione.

Differenza tra Glucosio e Glicogeno

Spesso si fa confusione tra glucosio e glicogeno, ma è importante distinguere tra questi due termini. Il glucosio è un semplice zucchero (monosaccaride) e rappresenta la forma più elementare di carboidrati, utilizzabile direttamente dalle cellule per produrre energia. Il glicogeno, d’altra parte, è un polisaccaride composto da numerose molecole di glucosio legate tra loro. È una forma di immagazzinamento del glucosio: quando il corpo ha bisogno di energia, il glicogeno viene scisso per rilasciare glucosio nel flusso sanguigno.

Dove si Trova Più Glicogeno?

Si trova principalmente in due aree del corpo:

  1. Fegato: Qui il glicogeno è immagazzinato in quantità maggiori e ha un ruolo predominante nella regolazione della glicemia. Il fegato può liberare glucosio nel sangue per essere utilizzato da altre parti del corpo.
  2. Muscoli: I muscoli conservano il glicogeno per il proprio uso. Durante l’esercizio fisico, i muscoli utilizzano questo deposito locale per ottenere energia rapidamente.

Quando Assumerlo?

La gestione della sua assunzione può essere cruciale per gli atleti e per chi pratica sport di resistenza. Ecco alcune situazioni in cui è particolarmente importante considerare l’assunzione di glicogeno:

  • Prima dell’Esercizio: Consumare carboidrati complessi alcune ore prima dell’attività fisica può aiutare a massimizzare i depositi di glicogeno.
  • Durante l’Esercizio: Per attività che durano oltre un’ora, è utile integrare con carboidrati per mantenere i livelli di energia, soprattutto se l’attività è ad alta intensità.
  • Dopo l’Esercizio: È fondamentale rifornire i depositi di glicogeno subito dopo l’esercizio intenso, preferibilmente entro i primi 30 minuti. Questo aiuta a ottimizzare la riparazione e la crescita muscolare.

Il glicogeno è un elemento essenziale nella nostra biochimica, fungendo da principale riserva di energia. Una comprensione approfondita di cosa sia, come viene utilizzato dal corpo e quando è opportuno integrarlo può fare una grande differenza per la gestione dell’energia, la performance sportiva e la salute generale. Assicurarsi di gestire correttamente l’assunzione di carboidrati può aiutare a ottimizzare i livelli di glicogeno e garantire che il corpo abbia sempre l’energia necessaria quando ne ha bisogno.

Iscriviti alla newsletter