Come illuminare a costo zero la tua palestra - La Palestra

Scarica gratis il numero 84

Gestione

Come illuminare a costo zero la tua palestra

Con la tecnologia delle lampade LED e il noleggio operativo, si è in grado di sostituire gli impianti tradizionali, e abbattere notevolmente il dispendio energetico ed economico.

Le palestre stanno diventando luoghi di incontro sempre più complessi e articolati, club con zona bar e relax, dove il progetto di illuminazione dovrà saper coordinare il più possibile queste zone tra loro, contribuendo al confort dell’utente e assecondandone lo sforzo fisico. Far sentire a proprio agio l’utilizzatore, in una palestra “significa” anche un buon controllo dell’abbagliamento, infatti, svolgendo un’attività sportiva, la persona è spesso distesa con lo sguardo orientato verso l’alto. Si dovrà quindi evitare assolutamente la luce diretta, specialmente quella a distribuzione intensiva, mentre risulterà ottimale l’emissione prevalentemente indiretta.

Non andrà direzionata troppa luce sugli attrezzi:

sotto sforzo, si tende, infatti, spesso a chiudere gli occhi e stringere i denti per concentrarsi maggiormente sull’attività, e ottimizzare le energie, nell’obiettivo ideale di isolarsi completamente dall’ambiente circostante e diventare una sola cosa con l’attrezzo, senza pensare a fatica o a dolori: chi viene abbagliato in quel momento fa ancora più fatica.

Inoltre, in generale, la presenza di specchi o di schermi video davanti a bike o tapis roulant, inducono il progettista a prestare molta attenzione alla luce riflessa – attenuando la luminanza tra parete e schermo/specchio – e imponendo di ridurre l’illuminazione generale nel caso dei video.

Se diverse saranno le sale adibite alle varie attività, anche l’illuminazione ne dovrà assecondare l’uso a seconda della loro specificità:

dalle tecniche di rilassamento fino allo sforzo fisico massimo richiesto da un’ora di aerobica o spinning, si potrà ipotizzare quasi un crescendo del livello di illuminazione.

Poche ma chiare regole

Una regola fondamentale è quella di non illuminare lo specchio, gli apparecchi si rifletterebbero e creerebbero abbagliamento; si dovrà illuminare la persona in movimento.

In un ambiente di normali dimensioni come una piccola palestra, magari adibita a discipline volte al benessere psicofisico come yoga o Pilates, con approcci non aggressivi sul corpo:

– necessita di una illuminazione che non deve far sentire la persona sul palcoscenico: ovvero un’atmosfera luminosa attenuata, come in una parentesi di riflessione.

Grazie alle numerose tipologie di fari a LED, si può ottenere non solo una luce perfetta in grado di creare una magnifica atmosfera ideale per l’allenamento ma anche un risparmio sul costo della bolletta. L’installazione di un impianto di illuminazione a LED per palestre,

Permette di ottenere un risparmio sull’energia che può arrivare fino all’80%, rispetto alle lampade tradizionali

Questi impianti permettono di illuminare tutte le tipologie di palestre, sia quelle grandi e professionali, sia quelle più piccole.

come una piccola palestra, magari adibita a discipline volte al benessere psicofisico come yoga o Pilates, con approcci non aggressivi sul corpo – necessita di una illuminazione che non deve far sentire la persona sul palcoscenico: ovvero un’atmosfera luminosa attenuata, come in una parentesi di riflessione.

Grazie alle numerose tipologie di fari a LED, si può ottenere non solo una luce perfetta in grado di creare una magnifica atmosfera ideale per l’allenamento ma anche un risparmio sul costo della bolletta. L’installazione di un impianto di illuminazione a LED per palestre, permette di ottenere un risparmio sull’energia che può arrivare fino all’80%, rispetto alle lampade tradizionali. Questi impianti permettono di illuminare tutte le tipologie di palestre, sia quelle grandi e professionali, sia quelle più piccole.

Un esempio concreto è la palestra FREE TIME di Imola che grazie all’intelligente scelta di apparecchi LED di nuova generazione installati da Progetto-e, è riuscita a dare nuova vita alla sua struttura, con ambienti ben illuminati che creano la giusta atmosfera in ogni sala. L’intervento di relamping (cioè la sostituzione delle lampade tradizionali con quelle a Led) è durato all’incirca una settimana ed è stato il meno invasivo possibile grazie anche all’alta specializzazione dei tecnici di Progetto-e, e alla massima disponibilità nei confronti del cliente. Grazie al loro intervento: spogliatoi, zona ristoro, sala fitness, corridoi, sala pesi e le facciate esterne sono state completamente illuminate a nuovo per la soddisfazione di tutti gli utenti che si sono trovati di fronte un ambiente più giovane e più favorevole al loro allenamento. Dal punto di vista economico i risultati sono sbalorditivi con un risparmio quasi del 70% rispetto all’illuminazione tradizionale che corona con successo questo progetto, la scelta del noleggio operativo da parte del cliente è stata una soluzione vincente e a costo zero visto che il costo del canone mensile è stato ampiamento coperto dal risparmio che si era creato con il cambio di illuminazione.

Federico La Commare
Tecnico specializzato in progetti ed apparecchiature per l’illuminazione Led, da diversi anni lavora in un’azienda specializzata del settore.

info@progettoe.it

Iscriviti alla newsletter