Efficienza energetica per risparmiare nella tua palestra - La Palestra

Scarica gratis il numero 85

Gestione

Efficienza energetica per risparmiare nella tua palestra

L’obiettivo è il risparmio energetico per gli impianti sportivi che comportano consumi molto alti, e in alcuni casi ci sono anche dei contributi a fondo perduto

La gestione delle palestre e dei centri sportivi comporta consumi energetici molto alti dovuti al mantenimento delle condizioni di comfort ottimali, quali temperatura, umidità e velocità dell’aria, illuminazione degli ambienti, temperatura e qualità dell’acqua delle vasche. Pertanto il fabbisogno energetico di queste strutture è costituito soprattutto dal condizionamento estivo/invernale, dal mantenimento della temperatura e della pulizia dell’acqua di vasche e piscine, dall’areazione e illuminazione degli ambienti.

Le soluzioni per ottimizzare l’efficienza energetica nel settore ricettivo per quanto riguarda le palestre  sono finalizzate per garantire un dimensionamento della spesa energetica, cercando il reale fabbisogno energetico, relativo al riscaldamento e raffrescamento degli ambienti, alla produzione di acqua calda per uso sanitario, o anche al trattamento dell’aria che circola all’interno della struttura. Altro obiettivo di queste soluzioni è quello di garantire un facile controllo dell’impianto, il cui utilizzo è spesso determinato dalla stagionalità dei consumi di energia e di acqua, che in molte strutture possono essere concentrati in particolari periodi dell’anno e in determinate fasce orarie.

Riqualificare energeticamente una struttura sportiva può significare cose molte diverse, a seconda delle sue caratteristiche:

1) In presenza di strutture accatastate come edifici, gli interventi di efficienza possono includere:

  • intervenire sulla coibentazione dell’involucro, con l’isolamento di pareti e coperture, la sostituzione degli infissi, l’installazione di schermature solari;
  • sostituire vecchi impianti di produzione dell’energia termica con sistemi più efficienti o alimentati a fonti rinnovabili – caldaie a condensazione, pompe di calore, stufe e camini a biomassa, impianti solari termici, anche abbinati a tecnologia solar cooling per la produzione di freddo – e approfittare per riqualificare il sistema di climatizzazione invernale;
  • abbattere i consumi elettrici sostituendo i corpi illuminanti;
  • oppure intervenire su tutto l’edificio con un mix di questi interventi sulla base di una diagnosi energetica.

2) Intervenire radicalmente su un edificio può consentire di trasformarlo in un edificio ad energia quasi zero (nZEB), che consuma pochissimo e produce da fonti rinnovabili l’energia che consuma. Ciò può essere occasione per un ammodernamento radicale delle strutture sportive, modificandole strutturalmente oltre che incrementandone l’efficienza.

3) Per strutture scoperte come stadi e campi sportivi con consumi energetici significativi è possibile intervenire su generatori di energia e illuminazione.

Contributo a fondo perduto

La riqualificazione energetica delle strutture sportive di proprietà pubblica, comunale o federale, può beneficiare del contributo a fondo perduto del Conto Termico. Possono accedere al meccanismo i Comuni, le Province, le federazioni sportive e gli altri soggetti pubblici che detengono la proprietà di palestre, piscine, palazzetti dello sport, etc. Ciò, anche qualora scelgano di affidarsi a una società di servizi energetici (ESCO) per curarne la gestione energetica e la realizzazione di interventi di efficienza.

Il Conto Termico incentiva la maggior parte delle tipologie di interventi che possono rendere energeticamente più efficiente un impianto sportivo. 
Gli interventi possono riguardare anche le pertinenze esterne degli edifici. Un intervento di “relamping”, per esempio, consente di incentivare la sostituzione delle lampadine o degli interi corpi illuminanti che si trovino all’interno dell’edificio o in aree esterne asservite alla struttura, per esempio, la palestra indoor e il cortile esterno, la piscina indoor e il campo esterno da tennis. Sono tutti interventi che possono essere realizzati da società come Progetto-e, azienda specializzata nell’efficienza energetica che propone servizi completi e a 360° per tutti i tipi di strutture fornendo: illuminazione led, impianti fotovoltaici, impianti termici (pompe di calore), mobilità elettrica e servizi energetici.

Federico La Commare
Tecnico specializzato in progetti ed apparecchiature per l’illuminazione Led, da diversi anni lavora in un’azienda specializzata del settore.

info@progettoe.it

Iscriviti alla newsletter