I Professionisti del Fitness del futuro - La Palestra

Scarica gratis il numero 96

Gestione

I Professionisti del Fitness del futuro

Il fitness è tra i settori che, più di altri, ha risentito pesantemente di questo periodo, una analisi per rispondere al meglio nel prossimo futuro.

Dall’ultima indagine di IFO (International Fitness Observatory) realizzata in collaborazione con la società Egeria, coinvolgendo oltre 6.600 club in tutta Italia e coordinata da Paolo Menconi, presidente dell’Osservatorio, emergono i seguenti dati: 2 miliardi di euro con oltre 200 mila professionisti senza un lavoro stabile, Il 40% delle attività dichiara di non sapere se ce la farà a resistere e quanto, e il 20%-25% dei club ritiene che non avrà più le risorse per sopravvivere alla crisi. Molto presto i professionisti del fitness si troveranno in un nuovo mercato, una nuova utenza e nuove “regole del gioco”.
Ad oggi, di fronte all’evidenza dei fatti, l’aspetto positivo è che molti operatori hanno acquisito consapevolezza delle potenzialità del web e si sono resi conto che questa non è una “moda passeggera”, ma siamo di fronte ad una nuova realtà e ad un nuovo mercato.

Il mercato del fitness non si è fermato, si è solo spostato

Durante tutto questo periodo si è avuto un incremento notevole da parte dell’utenza nei confronti dell’home fitness, per continuare ad allenarsi anche da casa. Tra i settori trainanti dell’ e-commerce si registra un incremento positivo proprio nel settore fitness digitale. Mentre gran parte del settore fitness era fermo, l’utenza non si è fermata, e le vendite online relative al settore sono decollate come non mai. L’utilizzo del digitale con la giusta strategia consentirà un vantaggio competitivo notevole rispetto ai concorrenti presenti sul mercato.
Il sito web di comparazione prezzi Idealo (www.idealo.it), segnala che negli ultimi mesi la categoria fitness ha registrato un balzo delle vendite. Dati confermati anche dai più grandi colossi come Amazon e Alibaba. Un trend dimostrato anche da alcune aziende leader del settore.
Technogym ha registrato un +58%, dopo il +50% del primo semestre 2020, prevedendo maggiori investimenti per l’espansione di questo mercato sin da questo 2021.
Anche Virgin Active è risultata subito attiva con Virgin Active Revolution (www.virginactive.it/revolution), il servizio che permette di accedere a distanza a programmi di allenamento online esclusivi realizzati con i migliori trainer al mondo.

La veloce crescita del fitness digitale

I dati di Audiweb indicano il settore del Fitness e quello relativo allo sport non solo tra i settori digitali in più forte crescita ma anche tra le categorie più attive. Proprio l’acquisizione di nuova utenza evidenzia una prospettiva in continua crescita.

Le persone hanno acquisito consapevolezza del digitale e l’importanza nella quotidianità in vari aspetti della propria vita, ed i vantaggi che può apportare l’utilizzo consapevole dello strumento. Nel settore fitness questo ha portato alla scoperta delle soluzioni home fitness e l’utilizzo di App dedicate alla salute e all’allenamento, settore in notevole crescita, con un incremento stimato nel 51, 5%. Tutti i professionisti del fitness che vogliono sviluppare crescere professionalmente in modo solido e sicuro, devono però accelerare il processo di digitalizzazione, e adattare la loro offerta alle nuove esigenze dell’utenza.
Chi non interpreta il mercato resta indietro, lasciando via libera alla concorrenza più attiva, con ripercussioni negative negli anni a venire. È sempre più importante considerare il bisogno crescente dei clienti che ora più che mai sentono la necessità di allenarsi in sicurezza per ritrovare la giusta serenità.

Personalizzare l’offerta sulle nuove esigenze

Risulta fondamentale anche soddisfare l’esigenza crescente dell’utenza di allenarsi: dove, come e quando vogliono in totale libertà e senza vincoli, fornendo un servizio in linea con il loro stile di vita e le loro aspettative. Molti Professionisti del Fitness potrebbero avere difficoltà in questa fase, ma è proprio il digitale che può accelerare l’uscita da questo periodo di crisi. Non significa improvvisare all’ultimo minuto una lezione online utilizzando strumenti come Zoom o Skype o avere una pagina social.
La maggior problematica è la mancanza della giusta informazione, fondamentale per orientarsi ed evitare inutili errori perdendo soldi e tempo. Tutti parlano di strumenti ma pochi pochissimi di strategia che può incrementare le entrate e ridurre i costi. Non importa se siano in palestra sul posto di lavoro o in viaggio da un’altra parte del mondo, le persone si potranno allenare ovunque e comunque.
I professionisti del fitness del futuro si dedicheranno allo sviluppo di corsi e allenamenti digitali e servizi PT Online, ripenseranno in modo diverso la propria impostazione lavorativa rendendola flessibile in linea con le esigenze del cliente e i nuovi servizi offerti. Proprio sulla base di questo modello ibrido prospettato dai leader di settore, si evidenzia come la formazione a distanza, ha avuto una notevole crescita anche nel settore fitness con la proposta di corsi e allenamenti online in rapida crescita, e si possono intuire le proporzioni dell’utenza disposta a spendere in servizi di istruzione virtuale.

Cosa spinge l’utenza verso l’online?

Tra i principali benefici che ha portato l’utenza ad avvicinarsi e talvolta a preferire lezioni online a quelle tradizionali ci sono:

  • Flessibilità: poter organizzare la propria giornata inserendo in maniera agile gli allenamenti tra gli impegni personali o lavorativi.
  • Praticità: accedere al corso in pochi e semplici click ovviando a spostamenti, parcheggi e tempi morti.
  • Semplicità: con corsi accessibili sempre e ovunque senza l’obbligo della presenza e senza ulteriori vincoli. Questo facilita anche una maggior frequenza e possibilità di raggiungimento degli obiettivi e fidelizzazione del cliente.
  • Economicità: costi (azzerati) di spostamento o organizzativi.
  • Qualità: l’intensità dell’allenamento online, in particolare quello individuale, viene riconosciuta sia dai Trainer che dagli allievi di grande impatto sui risultati finali.
  • Personalizzazione: si possono frequentare corsi, individuali, di gruppo, dal vivo ma anche lezioni disponibili registrate ed accessibili in qualsiasi momento. Questo permette all’utente di seguire un suo ritmo e una sua cronologia di allenamento e ai trainer di acquisire tutte le tipologie di utenza e, con la giusta gestione, sviluppare un percorso in linea con le esigenze del singolo, anche a costo zero e senza aggiungere altro lavoro.
  • Comodità: ci si può allenare dove, come e quando si vuole, a casa, all’aperto, in viaggio o in qualsiasi posto anche senza connessione, scaricando e salvando la lezione o il corso sul proprio dispositivo.
  • Agilità: non è necessario avere un periodo di iscrizione, ogni iscritto seguirà il corso in base alle sue modalità e il suo ritmo.
  • Sicurezza: si può seguire il percorso specifico in base ai propri obiettivi monitorando sul dispositivo i risultati ottenuti e creando uno stile di vita in base ai propri obiettivi.

Questo aspetti potenzieranno il posizionamento del professionista del fitness di riferimento nel settore, con tutti i benefici positivi in termini di ritorno di immagine professionale ed economici. Queste sono solo una parte delle potenzialità e delle opportunità offerte dal nuovo mercato del fitness che è vivo e mostra i muscoli. Per alcuni non si è mai fermato, anzi, hanno ottenuto un vantaggio dalla chiusura della concorrenza, per altri è pronto a ripartire più forte di prima, a patto di saper interpretare l’evoluzione del mercato per non restare indietro.

Giuseppe Matozza
Consulente Fitness Web Marketing. Affianco i Professionisti del Fitness che vogliono utilizzare il web per acquisire maggiore visibilità per sviluppare la propria attività e crescere professionalmente:
www.professionistadelfitness.it

Iscriviti alla newsletter