Istruttori online come opportunità per le Palestre… e viceversa - La Palestra

Scarica gratis il numero 96

Gestione

Istruttori online come opportunità per le Palestre… e viceversa

Il fitness online, proposto dai singoli istruttori, può diventare una grande opportunità per i centri fitness e la migliore vetrina per gli stessi istruttori.

La pandemia, il primo lockdown e, successivamente, le varie limitazioni imposte dal Governo, contraddistine dai colori delle singole regioni, e la conseguente chiusura prolungata nel corso dei mesi di tutti i centri fitness e palestre sul territorio nazionale, hanno portato molti istruttori a spostare le proprie lezioni verso l’online, inizialmente in maniera quasi esclusivamente gratuita e successivamente sempre più a pagamento.
Social come Facebook, Instagram, Youtube, per dirette live e la possibilità per i followers di rivederle anche in un secondo tempo, ma anche piattaforme per videoconferenze come Zoom, GoToMeeting, Meet e molte altre, sono diventati strumenti di uso comune per molti istruttori, come se fossero bilancieri e manubri, indispensabili da conoscere e padroneggiare, per promuovere e offrire le proprie lezioni. Tutto questo ha portato gli stessi istruttori ad acquisire nuove competenze ed a doversi migliorare di fronte ai loro followers, per rendere le lezioni piacevoli e mantenendo e, ove possibile, accrescendo il proprio seguito. Si tratta certamente di una modalità di lavoro differente, che richiede, oltre alle competenze tecniche, anche abilità comunicative ed espressive che devono avvicinarsi a quelle dei Presenters delle grandi manifestazioni di fitness Nazionale e Internazionale.

Contestualmente ed anche successivamente, le stesse palestre e centri fitness, hanno proposto, sull’onda delle “lezioni online” dei singoli istruttori, un proprio palinsesto; capace di poter dare, a chi desiderava continuare ad allenarsi presso il centro in modalità online, una gamma di attività molto più ampia di quella dei singoli istruttori. Purtroppo, però, come è facile intuire, in molti casi i clienti, forse ora meglio chiamarli followers, si sono dispersi per vari motivi: chi ha seguito l’istruttore che gli dava maggiore fiducia, chi l’istruttore che proponeva quell’unica attività che era elemento motivante per frequentare assiduamente la palestra, in sintesi il corso preferito; c’è poi chi, non sentendosi seguito in modalità online, abbandonato totalmente l’allenamento guidato preferendo il fai da te, grazie ai molti video reperibili in rete o chi, sentendosi in grado di allenarsi da solo, ha preferito risparmiare. Infine troviamo chi ha proprio smesso di allenarsi, rinunciando così ad una sana abitudine, sia per motivi economici, sia perché non riteneva che l’allenamento online non avesse valore, vista anche la gratuità, nella speranza e attesa di un rapido rientro alla normalità.

Trasformare il problema in opportunità

Con questi presupposti gli allenamenti online potrebbero apparire poco o per nulla remunerativi ed anzi, esclusivamente un danno per il centro fitness; ma vediamo, invece, come potrebbe essere possibile ribaltare questa situazione e cavalcare l’onda dell’online, trasformandola in un vantaggio.
Innanzitutto, l’istruttore online ha dimostrato che è possibile sviluppare, con poco, anche dal punto di vista tecnico ed economico, un servizio che possa perdurare e migliorare come quello online, con inquadrature di qualità, servizi di prenotazione online, messa in onda della lezione, newsletter o broadcast, eventuale registrazione delle lezioni in cloud, ecc.
Inoltre ha già creato un suo bacino di utenza che deve mantenere e, se possibile, ampliare. Per l’istruttore, il centro fitness può e deve essere una opportunità da prendere in considerazione per migliorare.

Quali caratteristiche deve avere l’istruttore da coinvolgere in un centro fitness e quali fattori dobbiamo osservare per indirizzare il recruiting?

Ecco qui alcuni elementi da considerare: numero di clienti e di lezioni che tiene giornalmente, qualità del servizio determinata dalla velocità della linea, da luci-audio-inquadrature; poi la capacità comunicativa e di approccio con i clienti durante la lezione, la capacità comunicativa e di approccio con i possibili clienti, attraverso attività social e, conseguentemente, la sua visibilità.
È quindi facile intuire che l’istruttore che è riuscito ad avviarsi all’online ha caratteristiche interessanti per il centro fitness e riuscire a farlo entrare a far parte dello staff del centro fitness, può portare ad alcuni benefit non di poco conto come: avere allo stesso tempo un promoter e un istruttore, la sua capacità di autogestirsi e di risolvere problemi dell’ultimo minuto; avere un istruttore che può essere attraente verso nuovi iscritti anche la di fuori dell’area geografica del centro stesso (città, Regione, Stato o addirittura Continente), aprendo realmente il proprio centro alla globalizzazione. Un’altra reale e immediata opportunità è quella di poter offrire più lezioni differenti nella stessa fascia oraria (online, oltre che l’on-site) e dare una alternativa ai propri iscritti che, per motivi di ingressi contingentati, potrebbero elevare obiezioni all’iscrizione o rinnovo.
In base a queste valutazioni si potrebbe realizzare un reale vantaggio per un centro fitness a breve, medio e lungo termine, che vuole anche semplicemente espandere i propri confini, acquisendo all’interno del proprio staff uno o più trainer online.

E per il Trainer online quali potrebbero essere i vantaggi nel diventare parte dello staff di un centro fitness?

In breve, possiamo evidenziare i seguenti vantaggi: in primis, potersi far conoscere da altri utenti difficilmente raggiungibili perché già impegnati a seguire le lezioni del centro che stanno frequentando. Altro vantaggio è quello di entrare a far parte di una programmazione più ampia e varia che, può favorire un flusso di partecipanti alle lezioni più ampio e vario. Questo poi comporta, di conseguenza, una maggiore stabilità nelle entrate che risulteranno più consolidate. Altri due vantaggi, non di poco conto sono certamente una più semplice gestione fiscale da parte dell’istruttore e una gestione delle prenotazioni delle lezioni non più di competenza dell’istruttore stesso, ma demandata al centro fitness.

Più che un rapporto Palestra – Istruttore, qui si va a creare un co-business tra due realtà (istruttore e palestra) che uniscono le forze per realizzare una preventiva ripresa del mercato del fitness, attraverso nuove dinamiche di rapporto e nuove modalità di erogazione dei servizi.

Davide Zanichelli
Dottore in Scienze Motorie, Docente NonSoloFitness, Socio Amm. della Fit Up Solution srls, Provider NASM e co-ideatore del progetto Allenati Online.

www.fit-up-solution.com

Iscriviti alla newsletter