Entertainment in palestra - La Palestra

Scarica gratis il numero 96

Gestione

Entertainment in palestra

Non serve spendere cifre esorbitanti per offrire la visione di qualche filmato suggestivo o di qualche evento sportivo nel proprio centro, ma come sempre, bisogna cercare di spendere bene i propri soldi.

Le pubblicità ci riempiono gli occhi di televisori sempre più grandi con immagini strabilianti, ma per un TV da utilizzare in un centro sarebbero soldi sprecati. Il mio consiglio è comunque di scegliere un TV “di marca”: la differenza di prezzo con i modelli di brand sconosciuti che si trovano spesso nella grande distribuzione non è molta e puntando su nomi noti si può contare su un’assistenza maggiore e su qualche feature interessante. Un elemento importante per la scelta del TV LCD da mettere in un centro è il tipo di pannello: ne esistono sostanzialmente di due tipi, VA (Vertical Alignment) e IPS (In Plane Switching). Non ci interessa in questo momento capirne le differenze tecniche, ma l’importante da sapere è che il primo ha un angolo di visione estremamente ridotto, ovvero l’immagine perde notevolmente qualità quando non ci si posiziona direttamente di fronte al TV, come è normale che avvenga in un centro. Il tipo di pannello non è un dato che i produttori dichiarano sempre (solitamente in casa ci si posiziona comunque di fronte al TV) ma è necessario andare a “spulciare” la scheda tecnica per scoprirlo.

L’audio

Normalmente chi si allena preferisce ascoltare i propri brani con le cuffie, gli auricolari o al limite ascoltare la musica diffusa dagli altoparlanti del centro (mi raccomando di non fare l’errore di tenerli troppo alti proprio per evitare di dare fastidio a chi usa le cuffie).

Se mettete un TV nella Club House e volete evitare di dover alzare troppo il volume quando fate vedere un match, potete usare il “trucco” di collegare l’audio a dei diffusori (meglio se Bluetooth) e posizionarli vicino agli spettatori: in questo caso assicuratevi che il televisore consenta questo tipo di connessioni (il 90% dei TV permette di collegare speaker normali, ma non tutti permettono invece la connessione con diffusori Bluetooth).

Il posizionamento in palestra

è molto più complesso di quanto non possa sembrare: è necessario tenere conto di mille riflessi e posizionare i TV in modo che non influiscano in alcun modo sulla sicurezza degli appassionati (mai posizionare il Tv sopra una zona di allenamento!). Gestire le vetrate è una vera impresa: se rivolgete i TV verso la sala e avete una vetrata dietro, l’intensa luminosità posteriore ne impedisce la visione, se invece li mettete dal lato opposto della sala dovrete fare i conti con fastidiosi riflessi.

Il peso non rappresenta più un problema: i TV più recenti sono sottili e leggeri e si possono appendere al muro con i supporti che ne consentono anche l’inclinazione e la rotazione. Questi utilizzano uno standard per i fori sul retro del TV detto VESA: assicuratevi al momento dell’acquisto che questi sia presente.

Un TV adatto a ogni location

A seconda del tipo di club potreste mettere qualche TV più piccola anche negli spogliatoi, così da permettere agli appassionati di vedere la fine di una partita mentre si cambiano.

https://owheel.net/

Se poi siete così fortunati da avere una Club House o una sala dedicata al relax potete sfruttarla per proporre la visione di match importanti con uno schermo grande. In questo caso il mio consiglio è quello di prendere in considerazione uno dei TV Laser di HiSense: si tratta di un videoproiettore posizionabile a poco più di una spanna dalla parete, che consente di avere uno schermo da 80 o addirittura 100 pollici di diagonale (oltre due metri e mezzo). Ha inoltre il sintonizzatore per i canali TV, supporta i servizi in streaming (Netflix, YouTube, Dazn, etc) ed ha due altoparlanti integrati sufficientemente potenti da far sentire chiaramente la telecronaca. Il costo è importante (4.000 e rotti euro di listino), ma HiSense offre 1.000 euro di rimborso fino a fine marzo.

Volete un’alternativa più elegante? I TV Samsung Serie The Frame hanno la caratteristica di sembrare dei veri e propri quadri quando non visualizzano i programmi TV: dotati di una cornice personalizzabile visualizzano una serie di opere d’arte o di immagini (potete anche far vedere immagini evocative di qualche partner) con un bassissimo consumo energetico e con un effetto che li fa sembrare veri. Ovviamente è una scelta piuttosto particolare che può però aumentare l’eleganza e il prestigio di una club house.

I contenuti

Installare uno o più TV e lasciare per la visione dei talk show pomeridiani non ha senso. Ricordatevi che l’audio sarà difficilmente percepibile e punta a immagini suggestive: ci sono diversi canali tematici, sia con il digitale terrestre, sia tramite satellite. Anche l’offerta in streaming è sempre più vasta ma in effetti al momento non molto adatta a un centro. Potete inoltre registrare dei video dei vostri workout (magari ne avete preparato qualcuno durante il lockdown) che potete far vedere in loop utilizzando una semplice chiavetta USB. Far vedere i match importanti (di qualsiasi sport) rappresenta una buona occasione d’incontro ed evita “l’effetto Champions”, con le palestre vuote: oggi potete contare sull’offerta di Sky, con il quale però ricordate che dovete sottoscrivere un abbonamento speciale per la visione nei luoghi pubblici, DAZN via streaming, che offre anche i contenuti di Eurosport, e Amazon Prime che concentrerà parte della propria offerta proprio sugli eventi sportivi (si è recentemente aggiudicata le 17 migliori partite del mercoledì di Champions).

Consigli per una buona scelta

  • Se prendete più televisori sceglieteli tutti uguali, potrete sfruttare economie di scala in caso di guasto e scambiare eventualmente i telecomandi. Se avete esigenze diverse potete scegliere dimensioni differenti mantenendo la stessa serie.
  • Evitate i pannelli VA, che non permettono la visione se non frontalmente
  • Non date troppa importanza all’audio
  • Posizionate il TV in maniera intelligente, cercando di evitare i riflessi, ma non vi dannate se non riuscite (è davvero difficile in una palestra), gli appassionati vengono per allenarsi, non per vedere la TV.
  • Meglio più TV di dimensioni inferiori in posti diversi che uno grande, che inevitabilmente sarebbe visibile solo lateralmente ed è più difficile da posizionare.

Iscriviti alla newsletter