Il marketing digitale nel processo produttivo di un centro fitness - La Palestra

Scarica gratis il numero 94

Marketing

Il marketing digitale nel processo produttivo di un centro fitness

Il marketing digitale, nelle sue numerose sfaccettature, è un’arma fondamentale per gli imprenditori del fitness, le regole di base per ottimizzare il processo produttivo.

Quello che molti si stanno chiedendo in questo periodo è quale sarà il futuro del fitness e del wellness. Riusciranno i piccoli imprenditori a far fronte alle difficoltà del momento? O dovranno associarsi in piccoli gruppi?
Il mondo dei franchising assorbirà una buona parte delle imprese attualmente esistenti? O l’unicità e la familiarità dei piccoli club risulterà più apprezzata? La clientela tornerà ad allenarsi in palestra come prima? O tanti preferiranno i servizi online? I prodotti/servizi nativi digitali, risulteranno una concorrenza temibile o un prezioso alleato?
Tra questi e altri quesiti, spunta un’unica certezza: il mercato uscirà da questa crisi profondamente rivoluzionato, ci saranno nuovi bisogni e nuove aspettative e la digitalizzazione la farà da padrona.
Fino a qualche anno fa la digitalizzazione all’interno del centro fitness era considerata un valore aggiunto; oggi è un processo necessario e irreversibile attraverso cui tutte le strutture sportive devono passare per evolversi nel nuovo mercato.

Cosa significa, in termini pratici, digitalizzare un centro sportivo, una palestra, o una piscina?

Digitalizzare significa mettere al centro del servizio offerto la user experience fornendo al cliente strumenti e facilitazioni in grado di snellire i processi e consentire un elevato grado di autonomia. Si parla di digitalizzazione quando si automatizzano gli accessi, quando il cliente acquista un abbonamento online e paga con carta di credito, quando prenota una seduta di PT o una lezione di pilates direttamente da smartphone.
Il concetto di base della digitalizzazione è l’automatizzazione dei processi. L’automatizzazione non sostituisce completamente il lavoro di front office, ma interviene laddove alcuni passaggi possono essere resi più fluidi e funzionali e le risorse possono essere impiegate per mansioni a più alto valore umano.
Grazie all’automatizzazione del centro fitness è possibile, non solo far fronte ad eventuali restrizioni normative e garantire un maggior grado di sicurezza sanitaria, ma anche andare incontro alle nuove esigenze presenti sul mercato, nonché risparmiare tempo e denaro.

La user experience al centro delle soluzioni digitali per incrementare il business

Il cliente di oggi è profondamente mutato. Ha imparato a familiarizzare con strumenti e servizi digitali e ha compreso quanto queste facilitazioni si sposino bene con la quotidianità. È un cliente che se da un lato ha una maggiore attenzione alla sicurezza sanitaria, dall’altro ha perso un po’ di fiducia nella pratica sportiva per preservare la salute psicofisica. È un cliente che ha scoperto un mondo online non vincolato a specifici orari e luoghi e quindi esige un’offerta altamente personalizzabile.
Per questo motivo è essenziale, per le aziende sportive, reinventarsi in modo da allinearsi al nuovo mercato.
L’automatizzazione dei centri fitness, palestre e piscine risponde a questa necessità: automatizzare significa svincolare la reception da operazioni automatiche reiterate che ormai il cliente si aspetta di poter effettuare in autonomia.

Portare la reception della palestra nella tasca dell’iscritto: servizi online oltre l’emergenza covid

Buona parte dell’automatizzazione di un centro fitness avviene online, attraverso le app dedicate. Un’ app completa rivolta al cliente di un centro sportivo consente di iscriversi in palestra, acquistare e pagare un abbonamento.
Attraverso i pagamenti digitali è possibile gestire anche i rinnovi, piuttosto che il saldo di rate. Grazie agli strumenti più evoluti è possibile anche fornire sottoscrizioni che si rinnovano automaticamente ogni mese. Una comodità non da poco che consente di ottenere un incasso ricorrente e costante.
Un’altra potenzialità dell’automatizzazione digitale riguarda la gestione delle prenotazioni e degli appuntamenti. Rimanendo sempre nell’ambito dell’app del centro fitness, sicuramente uno dei servizi offerti dallo strumento sarà la possibilità di prenotare, disdire o spostare un appuntamento, la partecipazione ad una lezione o semplicemente la propria presenza in sala pesi, evitando inutili attese e/o sovraffollamenti.

L’importanza di strumenti unici: dall’APP al software di gestione e viceversa

Naturalmente la soluzione migliore in questo senso è un’app integrata che, sincronizzandosi direttamente con il software gestionale della palestra, è in grado di attingere da un calendario sempre aggiornato con la disponibilità delle sale e degli istruttori e vincolare la prenotazione a specifici criteri, come ad esempio la presenza del certificato medico in corso di validità.
Avere un’app per il cliente del centro sportivo significa avere una reception attiva per 24 ore e 7 giorni su 7. Non solo può acquistare, pagare e prenotare, ma anche controllare i propri dati e le proprie scadenze.
Per la palestra l’app diventa anche un canale informativo e di marketing: attraverso questo strumento infatti risulta possibile inviare notifiche all’intero parco clienti oppure a una selezione ristretta di utenti (ad esempio a tutti gli iscritti ad un determinato corso).
La comunicazione poi può essere anche bidirezionale se nell’app è presente una chat oppure la possibilità di lanciare dei sondaggi. Funzionalità molto utile, specie in fasi come questa di mutamento del mercato, per captare le nuove tendenze.

Il digitale nella sala attrezzi come strumento di fidelizzazione e di upselling

Anche la gestione dell’allenamento può essere per certi versi automatizzata attraverso un’app: la fruizione di una scheda di allenamento in formato digitale, o la trasmissione di un piano alimentare su misura o ancora il monitoraggio dei progressi e delle misurazioni possono essere veicolate dallo smartphone e in questo modo il cliente può rimanere sempre in contatto diretto con il proprio trainer.

Sistemi automatici di controllo accessi: risparmio e maggior sicurezza

Parlando dell’automatizzazione degli accessi è possibile gestire il controllo accessi, ovvero quella funzionalità che permette all’utente di accedere in palestra secondo determinati criteri (essere in regola con i pagamenti, entrare nell’orario corrispondente al proprio abbonamento ecc), di scalare accessi se l’abbonamento è a numero ingressi e tracciare presenze, senza che sia necessaria una persona fissa in reception che verifichi i dati annotando la presenza.
I dispositivi adibiti al controllo accessi, dal 2020 a fronte delle nuove esigenze, sono anche interfacciabili con termoscanner e sistemi di rilevazione della presenza di mascherina.

Contratti online e digitali: come far concentrare la reception su attività di alto valore aggiunto

Un altro automatismo riguarda la possibilità per il cliente nuovo, di poter compilare la scheda con i propri dati in totale autonomia attraverso un tablet o un totem dedicati, riducendo attese e assembramento al desk. Sempre tramite tablet, è generalmente anche possibile l’acquisizione della copia della carta di identità o di altro tipo di documentazione in modo da creare un archivio digitale con evidente risparmio di toner, carta e spazio fisico per la documentazione cartacea.

L’automatizzazione nello spogliatoio: nuove opportunità di vendita, maggior valore percepito e riduzione dei costi

C’è poi anche l’uso dell’armadietto per riporre i propri oggetti personali che può essere automatizzato con serrature elettroniche.
Negli spogliatoi l’automatizzazione più frequente è quella riguardante docce e phone che possono attivarsi su richiesta secondo una temporizzazione oppure in base all’effettivo uso da parte dell’utente. In questo modo, si evitano anche inutili sprechi che a fine mese vanno a impattare sul bilancio dell’impianto.
Risulta quindi evidente, come l’automatizzazione dei processi sia da una parte indispensabile per offrire agli utenti una experience in linea con le aspettative e dall’altra sia anche un modo per risparmiare denaro e impiegare le risorse in modo più razionale.
I gestori di palestre e piscine hanno davanti mesi molto duri dove sarà necessario innovarsi e riformarsi, tuttavia un faro nel buio arriva dalle opportunità offerte dal digitale: gli strumenti ci sono, a te la scelta di come e quando impiegarli.

Serena Kumar
Psicologa della comunicazione, da anni nel settore fitness e Wellness di TeamSystem dove si occupa di marketing e digital sales.

Iscriviti alla newsletter