Intervista a Michele Parisi responsabile per l’Italia di Magicline - La Palestra

Scarica gratis il numero 96

Dossier

Intervista a Michele Parisi responsabile per l’Italia di Magicline

Finalmente, da fine maggio scorso le palestre ed i centri sportivi di tutta Italia hanno riaperto i battenti dopo una lunga e snervante serrata durata ben 7 mesi.

Certo, l’apertura ha coinciso con un periodo che non è esattamente tra i migliori per il comparto dato che, notoriamente, ci si avvia verso la bassa stagione per poi ripartire a ritmi sostenuti soltanto dalla seconda metà di settembre in poi. Eppure, “proprio questo periodo, caratterizzato da carichi di lavoro meno impegnativi e stressanti, deve rappresentare per gli addetti ai lavori un’opportunità di ripensamento ed adattamento del proprio modello di business in un’ottica post-pandemica”.

È questo il ragionamento di Michele Parisi, International Business Development Manager di Magicline, il celebre software per palestre che con oltre 4.100 clienti in tutto il mondo vanta una presenza capillare dei propri servizi tra i principali mercati di riferimento a livello europeo.

Buongiorno Michele e grazie mille per la tua disponibilità. Riferendoti al momento non proprio migliore per la riapertura del mercato, hai parlato di opportunità. A cosa ti riferisci esattamente?

La pandemia ha messo a nudo una serie di criticità tipiche del comparto nel nostro Paese: la scarsa digitalizzazione dei servizi, sia nei confronti dei clienti che della gestione stessa della struttura sportiva, la frammentazione del mercato con oltre 7.700 palestre in tutta Italia e la fragilità finanziaria del settore.
In questo contesto, avere la possibilità di capitalizzare i prossimi due mesi per ripensare il proprio posizionamento e ricalibrare il proprio modello di business in un’ottica di maggiore digitalizzazione, rappresenta certamente una ghiotta opportunità.

Michele Parisi, International Business Development Manager di Magicline

Nello specifico, cosa consiglieresti ai gestori di palestra per avviare questo graduale processo di cambiamento ed aggiornamento di cui parli?

Ad oggi molti operatori – ancora troppi per la verità – non utilizzano affatto un gestionale per palestre e si affidano a soluzioni assolutamente estemporanee come macchinosi file Excel o strumenti come Google Calendar o, ancora, diverse applicazioni mobile con il risultato di frammentare il proprio lavoro e disperdere preziose risorse.
Attualmente, il mercato del fitness offre numerose alternative gestionali e ritengo che sia oramai necessario, se non addirittura doveroso, considerare l’utilizzo di un software per palestre in grado di supportare concretamente il lavoro quotidiano degli addetti ai lavori ed offrire al contempo un’esperienza utente sempre più digitale, completa e soddisfacente.

Ti andrebbe di condividere con tutti noi le principali caratteristiche di Magicline?

Magicline è un gestionale particolarmente innovativo e da sempre molto attento alle evoluzioni del mercato del fitness tanto da rispondere efficacemente alle esigenze di business di qualsiasi tipologia di palestra, dal piccolo studio di Yoga o di Personal Training fino alle grandi catene internazionali passando per i centri di Arti Marziali, i franchising, gli studi EMS, i centri fisioterapici e tanto altro ancora.
Più che un gestionale, il nostro software è un vero e proprio ecosistema digitale che vanta un evoluto CRM integrato, avanzati strumenti di Marketing Automation, una ricchissima suite di statistiche per analizzare le performance della propria struttura sportiva, la gestione delle schede di allenamento, l’app gratuita per gli iscritti MySports, l’app per i gestori ed una interessantissima vetrina virtuale della propria palestra con tutte le funzionalità
di booking integrate.

Come vi posizionate sul mercato italiano e quali sono i vostri obiettivi?

Siamo arrivati sul mercato italiano lo scorso febbraio, momento in cui le palestre erano già state chiuse da oltre 4 mesi, ma certamente una scelta non casuale.
Lo abbiamo fatto per dimostrare la nostra vicinanza al mercato, concretamente. Come? Per tutte quelle palestre che oggi hanno non più di 100 anagrafiche attive (ovvero con un abbonamento abbinato), offriamo il nostro intero ecosistema digitale a titolo completamente gratuito. A vita!
Per gli operatori di dimensioni maggiori, invece, abbiamo comunque previsto un’offerta davvero irresistibile che prevede 24 mesi di contratto di cui i primi 12 a titolo completamente gratuito ed i successivi 12 scontati del 50% rispetto alle tariffe di catalogo.
E come se non bastasse, vantiamo un supporto tecnico attivo in tempo reale integrato direttamente all’interno del gestionale con il quale fornire assistenza immediata.
Ecco, questo è il nostro approccio e sul mercato italiano non solo intendiamo restarci a lungo ma diventare anche leader .

Grazie mille Michele e in bocca al lupo per i tuoi progetti e quelli di Magicline!

www.magicline.com/it

Iscriviti alla newsletter