Zuccheri presenti negli alimenti - La Palestra

Scarica gratis il numero 110

Alimentazione

Zuccheri presenti negli alimenti

Gli zuccheri presenti negli alimenti possono essere divisi in due categorie: semplici e complessi. Quelli semplici sono quelli che il corpo assorbe rapidamente, come il saccarosio e il fruttosio. I loro effetti sulla salute possono essere dannosi se consumati in eccesso. I carboidrati complessi, come gli amidi, sono quelli che il corpo assorbe lentamente e forniscono una maggiore quantità di energia.

Zuccheri presenti negli alimenti

Cosa sono le molecole di saccarosio

Le molecole di saccarosio, comunemente chiamati zuccheri, sono una combinazione di due elementi principali: glucosio e fruttosio. Sono presenti in molte fonti alimentari come frutta, verdura, latte e prodotti da forno. Possono essere aggiunti anche alla maggior parte degli alimenti industriali come il pane, le bevande gassate, i prodotti da forno e i dolciumi. Sono anche una fonte di energia per il corpo e sono necessari per il corretto funzionamento del metabolismo. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda che non si dovrebbe consumare più del 10% delle calorie totali giornaliere da zuccheri aggiunti.

Cosa sono gli quelli liberi e come influenzano il corpo

Gli zuccheri liberi sono quelli che vengono aggiunti agli alimenti e sono noti anche come zuccheri aggiunti. Sono dannosi per la salute e sono responsabili delle malattie croniche come il diabete e le malattie cardiovascolari. Gli zuccheri liberi possono anche aumentare il rischio di obesità, carie e problemi al fegato. Gli alimenti che contengono zuccheri liberi sono spesso ricchi di calorie ma poveri di nutrienti e quindi possono portare ad un aumento di peso.

Processi di trasformazione degli zuccheri in grasso

Gli zuccheri liberi che vengono introdotti nel corpo vengono convertiti in trigliceridi, che sono un tipo di grasso. Questi trigliceridi vengono poi immagazzinati nei tessuti adiposi come il tessuto sottocutaneo o nei depositi di grasso viscerale. Quando il corpo ha bisogno di energia, i trigliceridi vengono rilasciati nel flusso sanguigno e vengono convertiti in energia. Se si consumano troppo quelli liberi, il corpo può accumulare una grande quantità di trigliceridi, con conseguenze negative sulla salute.

Gli zuccheri liberi

Percentuale di zuccheri liberi raccomandata dai nutrizionisti

I nutrizionisti raccomandano di limitare il consumo di zuccheri liberi a meno del 10% delle calorie totali giornaliere. Una dieta sana e varia deve essere ricca di carboidrati complessi, proteine, grassi buoni e fibre. Inoltre, i nutrizionisti raccomandano di consumare alimenti ricchi di nutrienti e di limitare quelli ricchi di zuccheri liberi.

Come le lavorazioni possono trasformare gli zuccheri da intrinseci a liberi e i possibili pericoli

Durante la lavorazione degli alimenti, alcuni possono essere trasformati da intrinseci a liberi. Il processo di lavorazione può aumentare la quantità di zuccheri liberi presenti negli alimenti, aumentando così il rischio di problemi di salute associati al loro consumo eccessivo. Inoltre, la lavorazione può anche ridurre la quantità di nutrienti presenti negli alimenti, rendendoli meno salutari.

Iscriviti alla newsletter