Come utilizzare un CHATBOT nella tua palestra - La Palestra

Scarica gratis il numero 90

Gestione

Come utilizzare un CHATBOT nella tua palestra

Sfruttare un chatbot per il proprio centro fitness non è certo la prima idea a cui si pensa ma può rappresentare un importante vantaggio.

Una cosa che tutte le palestre hanno in comune è che convertire i visitatori dei social media in membri può essere un gioco da ragazzi con l’uso del Messenger Marketing. Infatti, l’utilizzo di un assistente virtuale può trasformare il pubblico delle pagine social in soci della palestra con un investimento davvero basso.

Anticipare le domande frequenti e impostare le risposte

È fondamentale ricordare che i visitatori si trovano sulla pagina Facebook della tua palestra perché stanno cercando le loro opzioni di abbonamento, controllando l’atmosfera della tua palestra e facendo domande.

Un chatbot (o più semplicemente bot) è un software progettato per simulare una conversazione con un essere umano.

L’uso di un bot ti consente di creare risposte predefinite alle domande, ma farlo in modo efficace significa conoscere esattamente ciò che il tuo pubblico vorrà sapere in modo che il tuo bot possa riconoscere le parole chiave e rispondere in modo efficace.

Per le palestre, queste domande potrebbero essere:

  • Quali sono gli orari?
  • Quanto costa un abbonamento mensile?
  • Quali servizi offrite?
  • Che tipologia di corsi?
  • Dove si trova la palestra?

Per sapere esattamente cosa potrebbe chiedere il tuo pubblico, passa in rassegna i vecchi messaggi di Facebook che hai ricevuto dai clienti o chiedi ai membri del team cosa viene loro chiesto più spesso. Questo aiuterà a creare un chatbot in grado di rispondere a tutte le domande.

L’esperienza di Leo

In una campagna di Halloween, Leo l’assistente virtuale, ha fatto vendere a un centro fitness abbonamenti per un valore di 10.000 €. Ecco come abbiamo fatto: gli obiettivi prefissati della campagna erano quattro.

  • Dare la possibilità di vincere ingressi omaggio nel centro fitness
  • Aumentare il numero di ingressi in sala fitness nel periodo di ottobre/novembre
  • Creare una lista contatti di persone interessate al mondo fitness
  • Vendere abbonamenti a chi ha vinto gli ingressi omaggio.

Alcune tecniche di Copywriting persuasivo

Abbiamo costruito tutta la campagna, attorno a tecniche di copywriting persuasivo in grado di aumentare, in maniera organica, la copertura del post senza ricorrere all’utilizzo di pubblicità Facebook.

La base di partenza era la pubblicazione di un quiz. Ecco le tecniche di Copy che Leo ha utilizzato nella campagna:

  • Ogni qualvolta un utente perdeva, aveva la possibilità di rigiocare solo dopo aver condiviso il post
  • Oltre alla condivisione, abbiamo chiesto a tutte le persone “non vincenti” di taggare un amico per riprovare il quiz
  • Come “obbligare” le persone taggare un amico?

“Ciao Luca, siamo felici che tu abbiamo vinto! Che ne dici di provare a far vincere un tuo amico? Almeno vi vedremo in palestra entrambi!”

L’utilizzo di tecniche win-to-win dove, l’azienda aumenta l’engagment sul post e l’utente vince con un amico, permettono di aumentare la copertura del post. Queste strategie sono utili sia in campagne locali, sia in quelle nazionali.

I risultati della campagna di Leo

Dopo un mese dalla fine del periodo di gioco, il centro fitness ha contato più di 90 persone vincitrici. Di quelle 90 persone, 30 si sono trasformate in abbonamenti. Quei 30 abbonamenti hanno generato un fatturato di 10.000€!

Può un chatbot gestire anche le prenotazioni?

Il tutto è molto semplice, Leo permette all’utente/cliente di scegliere quale corso prenotare; in quale fascia oraria prenotare e il giorno di allenamento.

Una volta che l’utente ha risposto alle varie domande, tramite l’utilizzo di pulsanti interattivi, Leo invierà in chat un piccolo riepilogo chiedendone la conferma. Una volta confermato, la prenotazione automaticamente sarà memorizzata in un foglio Excel, consultabile dal titolare o dal gestore del centro fitness, permettendo così di controllare l’andamento delle prenotazioni.

Il ragazzo ha una certa esperienza!

Il chatbot Leo ad oggi è utilizzato in più di 15 centri fitness in tutta Italia. Ha gestito in totale più di 5.100 prenotazioni, raggiungendo le 840 prenotazioni in un unico centro fitness.

Oltre ad aver automatizzato il processo di prenotazione dei vari corsi fitness, Leo ha interagito con più di 4.000 utenti, inviando loro tutte le novità sulle norme sanitarie obbligatorie.

In alcuni casi, le interazioni con la pagina sono aumentate del +340%, favorendo il miglioramento del rapporto tra centro fitness-cliente.

Marco Mantovan
Fondatore dell’agenzia pubblicitaria Leo Advertising. Specializzata in Facebook Ads e Messenger Marketing.
marco@leobot.it

Iscriviti alla newsletter