Clienti in palestra grazie a Facebook e Instagram - La Palestra

Scarica gratis il numero 87

Marketing

Clienti in palestra grazie a Facebook e Instagram

Se sei il titolare di un centro fitness sai bene che i social network possono essere un’ottima opportunità per il tuo business, Ma sei sicuro di coglierla nel modo giusto

Voglio fornire alcuni principi e regole fondamentali per la costruzione di una solida presenza sui Social, iniziando con l’esaminare l’errore più comune: Usare i propri canali Social come una vetrina 2.0.

È l’errore più comune, da cui dobbiamo subito prendere le distanze: “Io su Facebook posto le mie offerte così la palestra si riempie”. In quanti ti hanno pagato una lezione direttamente in Direct Message su Instagram? Quanti hanno inserito il numero della loro carta di credito su Facebook Messenger per acquistare un trattamento? Ecco spiegato il motivo: i Social Network non nascono per vendere. Per quello esistono gli e-commerce, le pagine di vendita, Amazon e altri big player del mercato. 

Pensa a qual è il tuo stato mentale quando sei online: scrolli il feed guardando in modo distratto, senza una meta, ti fermi a guardare questo video e quella foto, fai skip delle Stories. Lo facciamo tutti e non c’è nulla di male: la soglia di attenzione sui Social è estremamente bassa. Cosa ti spinge, quindi, a pensare che le persone possano intraprendere un processo di acquisto vero e proprio? 

Sui Social Network non si vende, ma si può indurre all’acquisto. Partendo dalla situazione di distrazione in cui versa l’utente medio, noi dobbiamo prenderlo per mano, indicandogli la via maestra, senza proporre acquisti forzati e senza autoproclamarci come esperti numeri uno.

Gli ingredienti chiave

Per una corretta esposizione sui Social Network e per trasformarli in veri alleati del tuo fitness business, ti servono 3 ingredienti: Valore, Costante presenza e le Facebook Ads (le inserzioni sponsorizzate). 

Ingrediente 1: Il Valore
Le persone non sono sui Social per comprare da te, ma puoi attrarle, interessarle, e conquistarle dando loro valore. Cosa si intende con dare valore? Insegna loro qualcosa che non sanno, risolvi i loro dubbi, rispondi a domande che li tormentano e fornisci idee che li aiutino. Il valore consiste nel portare l’utente da un punto A, a un punto B, comunicando un messaggio totalmente estraneo a qualsiasi dinamica di vendita. Nota bene: non stai vendendo, stai convincendo.

I tuoi contenuti, per essere percepiti di valore, devono far parte della categoria delle tre “I”: Informazione, che comunica all’utente qualcosa che non conosce, fornisce idee, aiuta ad acquisire la consapevolezza di un bisogno; Ispirazione, ovvero quei contenuti che servono a infondere quella dose di energia e adrenalina di cui tutti abbiamo bisogno; e Intrattenimento, utile per suscitare un sorriso e ingannare il tempo.

I contenuti d’Informazione sono i più importanti perché sono quelli più utili alle persone: in un Paese in cui il 72% delle persone non fa attività fisica (!), mettono in luce le tue competenze e innescano il meccanismo di reciprocità. 

Tornando al lato prettamente business, devi considerare Facebook e Instagram due canali in cui “vai in onda” per trasmettere il tuo sapere. Questo porterà le persone a essere coscienti delle tue abilità, le porterà a fidarsi di te. E la fiducia è ciò che maggiormente incide sul comportamento di acquisto. Inoltre, più sarai utile alle persone, più queste si sentiranno “in debito” con te. È il meccanismo della reciprocità, descritto da Robert Cialdini nel suo libro “Le Armi della Persuasione” (pietra miliare del marketing, che ti consiglio di leggere, saranno i 10 € spesi meglio nella tua vita). 

Ingrediente 2: Presenza e costanza
Se hai chiaro come dare valore alle persone, c’è un altro aspetto di cui devi tener conto: il valore lo devi trasmettere ogni giorno, realizzando contenuti quotidiani. Una pubblicazione di contenuti sporadica, improvvisata e non curata è solo uno spreco di tempo: le persone si devono affezionare a te, per farti un esempio, devi diventare la loro “serie Tv” preferita sui Social. E come fare per far sentire la propria presenza in modo efficace? Con un solo ed unico strumento: i video. I video infatti trasmettono empatia, sono polarizzanti e, una volta presa confidenza con la videocamera, ti rendono padrone del messaggio che vuoi trasmettere.

Ingrediente 3: Facebook Ads
Il numero di creatori di contenuti aumentano vertiginosamente ogni giorno e questo toglie spazio a chiunque voglia cimentarsi con la costruzione di un seguito sui Social. Devi essere in grado di far alzare la mano a chi è interessato, manifestare la tua presenza e far sì che possa cominciare la sua customer journey (il percorso) che lo porta a trasformarsi da utente a cliente. Per farlo devi allocare un budget per acquisire traffico che oggi non hai, acquistando Facebook e Instagram Ads, che sono comunemente definiti annunci sponsorizzati. 

Come funzionano gli Ads

Questi strumenti pubblicitari ti permettono di definire obiettivi della campagna, destinatari, budget e tempi di pubblicazione. Tutto con numeri misurabili, risultati che ti permetteranno di capire se le tue azioni sono corrette e se la direzione è quella giusta. A livello di costo/opportunità è la forma pubblicitaria più conveniente: in Italia, infatti il CPM medio (Costo Per Mille visualizzazioni) è circa di 2-3 €. Se sai quanto costa mostrare i tuoi volantini a 1.000 persone, comprendi subito l’economicità dell’iniziativa. 

Alberto Borghesi – Con SocialFit (www.socialfit.it) ha lanciato oltre 500 campagne in Italia per centri fitness, personal trainer e Box CrossFit, e con l’Accademy offre formazione e consulenza alle attività fitness italiane per individuare la migliore delle strategie di Digital Marketing. info@socialfit.it

Iscriviti alla newsletter